x
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
EN
In&Out: la porta che arreda
Inaspettate oasi di relax, per un design che si ispira alla natura
Il benessere a portata di interior design: Primo Piano Fitness & Cattleya Wellness
I Dogi: tra concorsi, fascino veneziano e prezioso vetro di Murano
Green power: la dirompente personalità delle piante per interni
Sognare una vita su misura: il Design Tailor made
Il ‘Protagonista Assente’ per eccellenza: lo specchio
Il Design entra nella Blue Economy
Una casa all’insegna del benessere: il divano è il nuovo protagonista
La cucina, il cuore pulsante della casa
L’Interior Design della Leggerezza
Il bagno sta cambiando le nostre vite
La casa contemporanea secondo le ispirazioni del Salone del Mobile 2018
Salone del Mobile: le nuove tendenze del design
Quella cosa che chiamiamo lusso
Ri-strutturare, l'affascinante trasformazione di ambienti riletti in chiave moderna
Carte da parati, una nuova prospettiva per gli interni
Colore Contemporaneo
Il nuovo chic è minimal
Interior Design: cambiare fa bene!
I Dogi: tra concorsi, fascino veneziano e prezioso vetro di Murano

È stato davvero emozionante per me partecipare al prestigioso concorso internazionale iDogi Awards, dedicato al Luxury e giunto alla quarta edizione. Un’iniziativa che ha coinvolto numerosissimi progetti di case private sotto i 1.000 mq, sopra i 1.000 mq e del settore contract. La selezione conclusiva ha coinvolto 20 studi che provenivano da tutto il mondo: Londra, Mosca, USA, Canada, India, Indonesia, Giappone e... Italia naturalmente.

 

 

 

 

 

L'evento degli Awards è stato organizzato in modo mirabile: Domenico Caminiti e Silvia Formentin si sono dimostrati squisiti e accoglienti padroni di casa. La visita in azienda è stata molto interessante ed approfondita.
I Dogi progettano e costruiscono lampadari e complementi straordinari, realizzati a mano, utilizzando prezioso vetro di Murano. Il loro mercato è mondiale e i loro prodotti si trovano nei palazzi e nelle residenze più eleganti del mondo.

 

 

A questo rinomato concorso è stato selezionato il mio progetto Relais Le Chevalier di Riga. L’obiettivo è stato quello di donare nuovo splendore ad un palazzo storico della metà del 1700, un tempo adibito ad abitazione civile. Il restauro e il recupero funzionale della struttura sono stati effettuati tenendo conto della valenza storica - alterandola il meno possibile - ed esaltando i valori identitari dell’architettura preesistente.