EN
Ieri e oggi: il ritorno della boiserie

Analizziamo un concetto classico dell’abitare: la boiserie. Tutti pensano all’artigianalità (a volte anche all’opulenza), al lusso, ad ambienti un po’ retrò.
 

Fabbrika

 

Non c’è nulla di più sbagliato. La boiserie oggi è leggerezza, è modernità, è l’elemento perfetto per decorare con gusto ogni spazio della casa.

La boiserie è un complemento che diventa un elemento d’arredo non invasivo, ma che privilegia e valorizza una continuità stilistica in armonia con il resto che la circonda: i colori virano su toni chiari ed opachi, in continuità di rivestimento con porte, librerie ed armadi.
 

Nella foto: boiserie Martini

 

Nella foto: boiserie in legno con inserti in carta da parati

 

Nella foto: boiserie con porta filo muro Bluinterni

 

Una reinterpretazione in chiave contemporanea è sicuramente il mix di materiali: pittura, pelle, gesso, carta da parati o elementi in poliuretano. Queste soluzioni sono ideali per le case moderne perché presentano interventi poco invasivi e spessori ridotti rispetto alle boiserie in legno. I profili in poliuretano per esempio sono economici, flessibili e presentano grandi benefici per la posa grazie alle proprietà versatili. Da evidenziare anche è la possibilità di sagomare e curvare il materiale e quindi essere adatto per ogni situazione.
 

Nelle foto: profili poliuretano Bianchi Lecco

 

Innovativo ed originale è l’uso del colore o della carta da parati. Il vantaggio è quello di poter modificare il progetto in loco (tagliando la carta o aggiungendo colore), evitando così una progettazione complessa alla base.
 

pinterest.com

 

<
>