x
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
EN
Come scegliere il pavimento giusto per la tua casa

Sia che si parli di una casa privata o di una hall di un hotel o di un ristorante, il pavimento è un vero e proprio biglietto da visita. Scopriamo insieme il perché.

1. È il rivestimento con lo sviluppo maggiore di mq in superficie
A differenza di una parete, che può sempre essere tinteggiata o modificata, la scelta del rivestimento a pavimento deve essere ancora più oculata. Una volta posizionati gli arredi, cambiare il pavimento non sarà poi così facile.

2. Deve rispondere alle esigenze del vivere quotidiano, ovvero essere resistente e facile da pulire
Sul mercato sono disponibili vari tipi di pavimentazione, dal gres porcellanato, parquet, laminato alle moquette tecniche (ne ho parlato in questo articolo), disponibili in qualsiasi formato e infinite nuance di colore. Ovviamente, orientarsi su una tipologia precisa dipende soprattutto dalla destinazione d’uso dello spazio che si sta progettando.

3. Stabilisce il design e la scelta degli arredi che completeranno lo spazio
Arredare un ambiente implica uno studio d’insieme che deve coinvolgere ogni ambiente in egual misura. Deve esserci armonia tra materiali, colori, arredi e complementi. Il restyling di qualsiasi ambiente parte dalla scelta del pavimento perfetto. Il materiale, il colore, la texture influenzano successivamente la scelta degli arredi, degli accessori, della tappezzeria, che determinano poi lo stile dell’ambiente.


Oggi le tendenze principali in fatto di pavimenti sono due:
1) utilizzare lo stesso pavimento in tutte le stanze, ottenendo un effetto di uniformità e di conseguente dilatazione dello spazio. Questa considerazione la si fa soprattutto per le abitazioni private, ormai sempre più piccole;


pinterest.com
 


2) accostare su un’unica superficie due rivestimenti diversi, spesso in contrasto tra loro. Questa “rottura” dona movimento grafico allo spazio togliendo la sensazione di infinita continuità. 
 

pinterest.com
 

Soprattutto per quanto riguarda i rivestimenti, il 2019-2020 richiama il ritorno del classico italiano, ma con un pizzico di modernità. Tra i più gettonati troviamo:

- PAVIMENTI IN LEGNO CON POSE A SPINA DI PESCE o IRREGOLARI 
- CEMENTINE, MAIOLICHE, GRANIGLIE 
- EFFETTO MARMO E PIETRA, per un lusso senza limiti 

 

Ceramica Sant'Agostino

 

Marazzi
 

Questi materiali hanno proprietà diverse, in termini di resistenza e di manutenzione, ma chi dice che non si possono accostare l'uno all’altro per creare contrasti unici?
“PAVIMENTO REMIX” ecco il termine coniato per suggerire l’accostamento tra parquet e piastrelle, e perché no, anche parquet e marmo. Uno stile fresco, ma allo stesso tempo elegante. Tutto dipende dalla scelta dei materiali. Si ottengono infinite soluzioni estetiche per creare effetti scenografici, contrasti e disegni particolari. Lo scopo è quello di realizzare una rottura inaspettata tra zone che si trovano in uno stesso ambiente, come per esempio gli open space. Prendiamo come riferimento un’abitazione privata: chi ama cucinare, è sempre alla ricerca di pavimenti resistenti e soprattutto facili da pulire (gres porcellanato) mentre in salotto si preferisce un’atmosfera rilassante e calda (parquet in legno). 
 

pinterest.com


L’utilizzo di questi inserti è a discrezione del progettista.
 

pinterest.com

<
>