x
Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
EN
La sostenibilità a Maison et Objet

Sempre alla ricerca di nuovi spunti e tendenze, anche quest’anno ho partecipato a Maison et Objet - la fiera internazionale parigina dedicata al lifestyle e al design.

In questa edizione la sostenibilità, declinata alla natura e agli elementi primari (come fuoco, terra, acqua ma anche minerali e vegetazione), era presente ovunque, sia sugli oggetti che nella scelta dei materiali d’arredo.

Tra questi ultimi in particolare prevale il legno, soprattutto abbinato a cotto, metallo e cemento, che ritroviamo ancora su accessori e superfici.

101 Copenhagen

 

101 Copenhagen

 

Le nuance prevalenti che ben esprimono questo trend sono il rosa, il ruggine ed il verde.

Grande spazio anche a materiali ecologici e di origine naturale come cotone organico, tencel e lino, spesso intrecciati con pieghe ed origami e dai toni naturali (oliva, cedro, pino, blu petrolio, grigio, alga marina e beige).

Panapufa

 

Tra i temi dominanti prevalgono: l’acqua in tutte le sue forme, dalla profondità degli oceani fino alla tranquilla costa, abbracciando tutte le forme di vita ed i minerali che ospita.

Isabelle Poupinel 

 

Isabelle Poupinel

 

Pascale Morin

 

Baaya Design 

 

Al suo contrario la terra e l’età della pietra in particolare: epoca di autenticità e di energia pura nella quale l’uomo e la natura convivono in armonia. Proprio l’età della pietra infatti riporta alla luce una serie di oggetti dalle superfici ruvide e dalle forme organiche che riflettono tutte le diverse sfaccettature degli strati minerali erosi e consumati da un uso ripetuto e che si rifanno all’estetica brutalista.

Isabelle Poupinel 

 

Homata

 

Paola Paronetto

>